Hübner

Calcutta

Testo completo

Venezia è bella, ma non è il mio mare
Il treno è fermo, io sono stufo di aspettare
In questo mondo che
Pieno di lacrime
Io certe volte dovrei fare come Dario Hübner
E non lasciarti a casa mai a consumare le unghie

Stazione di Fondi, fuori il tuo giubbotto
Scaviamo una buca, tutti a terra sotto
E ci hanno messo le scorie
O forse altre storie
E ci hanno messo le scorie
O forse altre storie

In questo mondo che
Pieno di lacrime
Io certe volte dovrei fare come Dario Hübner
E non lasciarti a casa mai a consumare le unghie
E non lasciarti a casa mai a consumare le unghie
E non lasciarti a casa mai a consumare le unghie

In questo mare che
Pieno di tracine
Forse noi dovremmo fare come Dario Hübner
Per non lasciarci soli mai a consumare le unghie
Per non lasciarci soli mai a consumare le unghie
Per non lasciarci soli mai a consumare le unghie

(Per non lasciarci soli mai a consumare le unghie)